L’AZIENDA

L’Ospedale Maggiore della Carità di Novara, in origine istituto di beneficenza dedicato a San Michele Arcangelo, da cui il nome di “Casa di San Michele della Carità, dal 2007 ha assunto lo status giuridico di “Azienda Ospedaliero Universitaria”. Oggi è un’Azienda Ospedaliera di alta specializzazione a rilievo nazionale, sede di insegnamento della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”. Ospedale di riferimento del quadrante nord-orientale della regione Piemonte e sede capofila del polo oncologico delle province di Novara, Vercelli, Verbano-Cusiio-Ossola, offre una completa assistenza sanitaria in tutte le specialità mediche e chirurgiche, svolgendo attività assistenziale in ricovero ordinario, di day hospital medico-chirurgicoriabilitativa, in urgenza ambulatoriale.

IL PROBLEMA

Il laboratorio di Anatomia Patologica dell’Ospedale Maggiore di Novara a fronte del crescente volume di campioni citologici, bioptici e chirurgici da gestire e della necessità di garantire gli standard di conformità richiesti, ha deciso di automatizzare e semplificare i processi manuali di codifica, archiviazione e ricerca dei vetrini e delle inclusioni in biocassette. I campioni biologici rappresentano un patrimonio informativo di notevole importanza, non solo per eseguire una diagnosi corretta e completa e assolvere a richieste del paziente per ulteriori esigenze cliniche, ma anche per la ricerca di nuovi biomarcatori e lo sviluppo e validazione di test diagnostici. Per queste ragioni è importante garantire la massima sicurezza nella fase di conservazione e la massima rintracciabilità, per evitare errori di identificazione o lo smarrimento, non solo durante il ciclo lavorativo, ma anche durante le operazioni di prelievo e conservazione.

LA SOLUZIONE

Riorganizzare e automatizzare il patrimonio dell’archivio istologico dell’Ospedale Maggiore di Novara, Katalog, società specializzata in servizi di archiviazione, incaricata dal Dirigente dell’U.O. di Anatomia Patologica, ha scelto l’innovativa soluzione automatizzata IstoTech di ICAM. Interfacciato al proprio software di tracciabilità bbTraccia® e al sistema di gestione di laboratorio, l’archivio automatico SILO IstoTech a differenza delle tradizionali cassettiere consente l’archiviazione ad alta intensità, sfruttando al massimo lo spazio disponibile. L’erogazione automatica e la gestione informatizzata permettono di identificare e rintracciare i campioni in modo facile, veloce e sicuro, mettendo al riparo l’Unità Operative di Anatomia Patologica dal rischio clinico correlato allo smarrimento e/o ad una errata gestione dei campioni.